sabato 4 aprile 2015

Magia di Pasqua

Era il 1600.. la Svezia era  nel suo pieno periodo dell' Inquisizione.. secondo gli antichi racconti le streghe si radunavano in zone boschive nelle quali , per tradizioni, Esse si incontravano per i Sabba e sfornavano banchetti orribili che loro credevano prelibati.
Queste creature,in realtà erano rivestite di un immagine che non le apparteneva. Come le streghe, di ogni tempo e luogo, venivano descritte in termini poco felici. In realtà Esse erano donne o uomini che seguivano antichi culti, che vivevano in stretta connessione con la natura carpendo e conoscendo i segreti di erbe e energie.
Le formule si tramandavano, si caricavano del potere di ognuna. Il tempo portava nuove conoscenze, alcuni riti venivano modificati, alcune donne di campagna univano segni e usi pagani a segni e preghiere cristiane. Nascevano le segnature... in Svezia come dovunque le streghe erano temute, i loro Sabba, spesso una lode alla Dea e al Dio, erano visti come incontri con un Satana maligno, così come descritto dal Cristianesimo.
Da tutto questo panorama storico- popolare , comune a quasi tutti i popoli,è nata l' immagine della Strega che in Svezia si aggira dal Giovedì Santo alla Domenica di Pasqua.  Grandi falò e spari , colpi e chiasso servivano a purificare l' ambiente e scacciarle.
Ma da queste leggende sono nate tradizioni che racchiudono ancora il sapore del tempo antico. Le bambine e le giovani indossano abiti e si tingono il viso. Passano da casa a casa in una sorta di dolcetto- scherzetto.  Tradizione nata attorno al 1800 in relazione alle vecchiette che nel periodo pasquale chiedevano elemosine.  La cultura dei luoghi ha unito le figure delle anziane bisognose di elemosina con le antiche Streghe. E gli usi hanno preso connotazioni diverse.. tanto è vero che in alcuni luoghi sono le Streghe a portare caramelle alle case che vanno a  visitare.Tra i legni sacri in questo periodo vi è la Betulla, che in questi  paesi (ma è valido ovunque) porta protezione ed esorcismo. Legno adatto a scritte sacre da bruciare nei falò  è il legno sacro a Thor e legato ll' elemento Fuoco. Era il legno adatto per la costruzione delle scope delle streghe.

Una bevanda era ottenuta dalla Betulla e veniva consacrata per ottenere vittorie o successi.
Un altra pianta con cui gli Svedesi ornano la casa è il Salice. Simbolo di longevità e del rinnovarsi della natura.
Il alcuni paesi Germanici si unisce ai piccoli rami di Betulla e Salice , rametti di Nocciolo, il cui significato magico di conoscenza sono ben noti.
Così è la magia del periodo in alcuni luoghi, così mi è stata raccontata e così la racconto a voi..  ma il mistero  della Pasqua  racchiude i segreti dell' antica magia contadina, in cui in questo periodo si concentra sul potere della rinascita primaverile. La notte tra il Sabato  Santo e la Domenica di Pasqua, in  silenzio, sia pone una bacinella d' acqua esposti alla notte. La rugiada rende l' acqua potente.. lavandosi con Essa ci si protegge da malattie e bruttezze, Tradizione che si ricollega  a Beltane e Litha.
Saltare il falò è ancora un segno che si rinnova in questa festa.Serve per propiziare fertilità e protezione. Le ceneri benedicono i campi.
I gusci delle uova usati per le nostre pietanza e possono essere utilizzati per le decorazioni. Nelle tavole dovrebbe prevalere il colore verde della primavera.. verdure,zuppe e tutto ciò che riguarda la rinascita... 
La Pasqua  varia di anno in anno e si basa sulla prima Domenica di Luna Piena.. questo Sabato sarà interessato dall' Eclissi  è perciò importante purificarsi e non svolgere azioni magiche durante questa fase. E' vero che ognuno di noi vive questo fenomeno in modo diverso sia come visione spirituale o sensazione energetica, ma proprio per questa diversa reazione energetica è meglio usare questo periodo per meditare e ritirarsi a una migliore conoscenza di sè..

Buona Pasqua a tutti )O( 

mercoledì 1 aprile 2015

Magia delle Uova

Il grande camino stava al centro della cucina.. mai spento completamente, neppure d' estate.. il cuore della casa dove si cucinava,  fatto bollire il bucato e magicato aveva sempre un mucchietto di cenere simbolo della ricchezza del casato, sia  Esso  Nobile o di Contadini.
Alcune case avevano mantenuto l' antico focolare e la grande pietra focaia ricordava il passaggio verso i mondi incantati.
Tra la cenere la vecchia strega teneva l' uovo... un uovo ormai svuotato pronto ad "assorbire"l' energia della cenere e della famiglia.

Nella magia popolare le uova rivestono un importante ruolo  quale  simbolo di fecondità.. Il Sole e  la Luna sono ben rappresentate dal tuorlo e dall' albume, nella sintesi feconda di maschile e femminile.

L' uovo stava lì ad aspettare ed a accogliere la forza.. era stato deposto per Ostara da una gallina bianca, svuotato tramite un foro sulla cima e ora attendeva il suo scopo.  Sarebbe stato bene anche nei pressi di una tomba,ma il camino era lì presente ed era una fonte accessibile di potere...
Quando l' uovo emanava la forza accumulata, (e questo la strega lo sentiva) veniva raccolto per il crearsi dell'amuleto.
Una lunga cordicella aveva a sè intrecciato monetine di rame, pietre smaglianti, sassi di fiume con simboli dipinti...
Intanto olibano, cannella e zafferano erano la magica mistura che serviva quale incenso...
Magiche parole e poi l' amuleto era pronto per apportare ricchezza e prosperità alla casa.

OV OV DEL ME CAMIN 
PORTA RICCHEZZE E MESS ABUNDANT
CHE MANCA NIENT A LA ME Cà
PORTAM IL NECESSAR AL ME DISNà