domenica 30 marzo 2014

COLORI

Il giallo è associato al SOLE,al  calore e la luce. In esso si ritrova il  potere in grado di alimentare l' energia per portare vita. Grazie ad esso parte e si attiva il processo clorofilliano. 
Simbolo dell' energia maschile feconda che porta vita, del nutrimento e della purezza energetica, tanto che le aureole dei Santi appaiono gialle nelle iconografie.
I culti solari sono presenti in ogni popolo e regione, fonte di vita è stato il principio di vita da adorare in ogni cultura fin dagli albori della creazione.
Alle  Divinità sono spesso graditi frutti e piante della terra contenenti il giallo: grano maturo e cereali, frutti dorati, polline e fiori.
Nei Mandala, l' uso del colore giallo indica il Padre, ed è legato a Divinità maschili. In  ambito esoterico è la forza creativa maschile. In ogni caso è un colore energetico, che dona equilibrio e forza , chiarezza e nutrimento. Per gli Indù è uso, all' alba e tramonto rivolgersi ad esso e alla sua energia per avere la chiarezza dell' intelletto prima di rivolgersi agli Dei.

 Abbinato al terzo chakra del plesso solare il Giallo agisce sul sistema digestivo  ed epatico, sulla vescica e la milza.
Come Divinità è affine ad Apollo e Mercurio. E' infatti legato all' acutezza mentale e aiuta la comunicazione in ogni sua forma compreso l' ambito dello studio. 
Come ogni cosa ha il rovescio della medaglia e visto in ambito negativo è associato ai furti e ai pettegolezzi.
Nell' uso delle candele si può usare il giallo, in ambito scolastico, per passare esami con soddisfazione, per tutto ciò che è legato alla comunicazione,compreso mezzi elettronici e tecnologici. I giorni migliori per effettuare i lavori o usare l' energia della candela gialla sono la domenica e il mercoledì. Con colori mistici come il violetto e il blu chiaro , è indicato per i viaggi astrali e il "vedere oltre". Inoltre per i  rapporti di amicizia e per vincere sopra dipendenze è utile l' uso di questa candela, il cui colore agisce sull' intelletto in concomitanza col potere del chakra della gola. 
In magia nera, la candela gialla si utilizza per far ammalare, per i tradimenti, per provocare follie e paure, e colpisce in modo particolare la capacità di cognizione e i denti.
L' uso dei fiori gialli è legato a tutte le attività energetiche. Essi portano allegria e la forza solare in casa e nel nostro spirito... i fiori di calendula in vasca da bagno accrescono il fascino, la ginestra nei sacchettini o in casa protegge da influssi negativi,dall' iperico si trae l' oleolito dalle molteplici virtù ed è utile per allontanare spiriti sgradevoli.. gli usi e le piante hanno scopi e significati infiniti.. a titolo più semplice godiamoci la bellezza e il profumo, la forza e l' energia, con tutti i benefici di magnifici fiori gialli... anche i più semplici , da prato, conservano virtù meravigliose 







Il lunedì è giorno lunare e femminile per eccellenza. I suoi colori sono il bianco e l' argento.
In maniera particolare il bianco che è la perfezione e il candore. In questo non - colore sono racchiusi tutte le tinte dello spettro. 
In alcune culture il bianco si accosta in forma gioiosa alla purezza. Matrimoni, battesimi, cresime e comunioni, a indicare i sentimenti più puri e la  castità . Ma la sua innocenza si rivela  anche in ambiti più  mesti seppur sacri come il lutto, la morte e i Santi.
Unito ad altri colori riveste altri significati : col rosso purgatorio e inferno e col nero  le forze del bene e del male. 
Con l' azzurro il paradiso e gli angeli.
La luce riflessa su un prisma bianco raccoglie e riflette tutti i colori.
In magia è usata a sostituzione di ogni candela colorata, per la purificazione e la  protezione. In chiave negativa, per i bassi scopi è usata per creare timore, impotenza e mancanza di desiderio sessuale. La sua energia è collegata al terzo occhio.
L' argento è sempre legato alla luna e al lunedì. Sacro agli angeli e alle Dee lunari apre le porte alla spiritualità, elimina forze e situazioni  distruttive . E' un colore che possiamo definire medianico.

I fiori bianchi, porteranno purezza e classe alla vostra casa e potranno essere  invito alle forze del bene e un pensiero benevolo per i nostri cari defunti.


Nei Mandala questo  colore può indicare emozioni, purezza, il vuoto o un momento di passaggio dal vecchio modo di vivere a una nuova fase.


Nel martedì, il colore rosso predomina essendo una giornata dedicata a Marte,   antico dio della fecondità e protettore dei guerrieri,per questo ultimo motivo è stato poi associata la sua immagine a un Dio sostenitore di guerre. 
Il rosso è colore caldo, associato al ferro (rovente diventa rosso) , al sangue e all' energia.Il colore rosso è legato al fuoco delle passioni, dell’amore ma anche della guerra , alla sessualità, alla forza dell’istinto e al desiderio ardente , all’ azione e alla lotta. 
Questa tinta serve a dare energia... una tazza rossa di the aromatizzata al timo e rosmarino e caricata al sole pare infondi coraggio , così come l' acqua lasciata caricare ai raggi solari in una bottiglia di vetro rossa infonde coraggio ed energia . Come ogni cosa ha controindicazioni ...la frenesia in eccesso e l' energia possono portare  con sbalzi di pressione o arrabbiature.  Il rosso è comunque un bellissimo colore che , se usato bene, accende le passioni e dona calore. (prima di usare tisane o metodi come quelli di cui sopra, approfondire l ' argomento per evitare controindicazioni).
In magia è usato per tutto ciò che è energia, attacco e difesa dai nemici,la fiducia in se stessi e l' amore sensuale. Usato in magia nera è un ottimo preludio prima di ogni rituale e si può usare per provocare dispute, odio, incidenti e apporta risultati veloci.Se non si è streghe esperte non usare questo colore che andrebbe sostituito dal rosso-arancio... la sua forza va oltre il potere del sesso. Usare una candela di questo colore comporta grandi responsabilità, bisogna saperne dirigere l' energia.
Nei mandala assume varie caratteristiche, esso brucia l' ignoranza del discepolo  e di ciò che  non permette l' evoluzione. E' un punto di demarcazione tra il mondo fisico e spirituale. Se il rosso predomina nella parte bassa è un energia pronta a esplodere o in uan fase che tende l distruttivo,  , in quella alta l' energia è già emersa ed applicata alla realtà.
Corrisponde al  muladhara, il più basso dei chakra al punto più basso del passaggio spinale, è l'incarnazione del principio prakrithi (natura). Perciò è correlato ad annamayakosa, l'aspetto materiale dell'uomo. Esso è il prithvithathwa della terra. (BSSSB - Vol. X - 1° Tomo). 
E' il colore con frequenza più bassa.
I fiori rossi in casa apportano vivacità, allegria e un pizzico di malizia.
  



                                       
Oggi mercoledì , è presieduto da Ermes - Mercurio, Dio della comunicazione. Il colore associato è l' azzurro-blu chiaro ed è corrispondente al quinto chakra,Vishudda, quello della gola. La comunicazione non è solo voce, è la capacità di esprimere tutto il proprio sè creativo, entrare in contatto con gli altri. E' il mistero della vibrazione, del suono ottenuto attraverso il passaggio dell' aria a contatto con le corde vocali. Mercurio è il messaggero degli Dei  e il suo simbolo planetario è la croce sormontata da un cerchio e da una falce di luna e i  segni zodiacali i  gemelli,  la cui pietra portafortuna è l’agata e  l’elemento è l’aria e la Vergine,  la cui pietra sacra è il diaspro. e segno di terra.
E' il giorno della creazione che vide il nascere del tempo, gli astri e le stelle, che portavano i messaggi tra il giorno e la notte.
La spirale è tra i suoi simboli e associa i movimenti a circolo di Marte con quelli concentrici della luna.
In magia la candela blu è potente, di forte energia spirituale può servire all' evocazione di demoni, o nella tinta azzurra di angeli. Utile per la protezione spirituale, l' armonia. Per quanto riguarda la comunicazione e l' apprendimento più pratico si associa a Mercurio il giallo. Una candela gialla e l' essenza di menta aiutano nella concentrazione.
L' uso di fiori azzurri in casa sono un toccasana per la pace e l' armonia.
Oggi Giovedì  presieduto da  Giove- Zeus padre degli Dei . Il colore associato  il blu   Il suo raggio  contiene l' attimo in cui prende forma ogni progetto, assume cioè  una pianificazione, un ordine dopo che è avvenuta la nascita, la creazione.  il suo simbolo planetario è la croce degli elementi sormontata o affiancata da una mezza falce, i  segni zodiacali associati  Pesci, la cui pietra portafortuna è l’ametista e  l’elemento è l’acqua e il Sagittario, le cui pietra sacre sono le pietre blu ad esempio i turchesi. L' elemento il Fuoco.
E' il giorno della creazione che vide il nascere la fauna perchè di vita si popolasse la terra.
 Il cerchio è la figura geometrica abbinata, nel suo moto perpetuo.

In magia la candela blu è potente, di forte energia spirituale può servire all' evocazione di demoni.  . Utile per la protezione spirituale, l' armonia.  In magia nera è usata per depressione,freddezza, per suscitare antipatie.
Nei mandala è simbolo di quiete , armonia, e simboleggia elemento acqua.
L' uso di  fiori blu sono potenti: genziana,lingua di bue, passiflora, di splendido effetto estetico e ricchi di segreti erboristici.



Oggi  Venerdì è  presieduto da   Venere - Afrodite, Dea della belezza, del fascino e della sensualità..molte divinità femminili sono legate a questo giorno:  Inanna, Ishtar,  Iside e la Grande Dea Madre. Il colore associato è il  verde che  riguarda tutto ciò che è armonia, bellezza, e arte.  il suo simbolo planetario è la croce degli elementi sormontata  da un cerchio, i  segni zodiacali associati   Bilancia  la cui pietra portafortuna è lo smeraldo e  l’elemento è l’aria e il  Toro,  le cui pietra sacra  è  la giada e l' elemento la  terra.
Le candele verdi sono adatte per tutto ciò che inizia, la fortuna e la generosità. Adatte per l' amore e l' affetto e la fedeltà, la giustizia e gli aumenti finanziari.Nei lavori di magia nera  serve a causare gelosie sospetto, avarizia, disturbi e squilibri di salute, tutto ciò che è disarmonico.

sabato 1 marzo 2014

Polvere di Stelle- Almanacco Pagano di Marzo











Marzo  secondo il calendario gregoriano è il terzo mese dell'anno, mentre  nell'emisfero boreale è il primo primaverile,  nell'emisfero australe,autunnale. Il nome è derivazione dal dio romano Marte, dio della guerra. Marte era inizialmente un Dio di fertilità, fecondità e legato alla natura. Ma poiché era proprio nel  periodo primaverile che iniziavano i duelli e le battaglie, Marte fu legato all' immagine di un Dio propenso alla guerra.
La sua controparte greca, Ares era meno sentita come divinità, ma non dimentichiamo che Marte ebbe da Rea Silvia i due gemelli che fondarono Roma: Romolo e Remo.Era considerato quindi padre dai Romani. 
Marte è  un Dio legato all' esplosione e all' impeto primaverile, all' ardore e alla vitalità. Per questo i fenomeni naturali "violenti" come i tuoni e i fulmini sono sotto il suo dominio. Effettivamente quale Dio dell' agricoltura e della fertilità era invocato perchè dominasse malattie e tempeste in modo da salvare i raccolti. Durante il rito Ambarvalia veniva richiesta la protezione dei campi dai  fratelli Arvali (un antico collegio di dodici sacerdoti), che  eseguivano un antico canto proprio con questo scopo. Le feste che lo riguardano sono Equirria il cui periodo era dal 27 febbraio al 14 marzo e Feriae Matis dal 1° al 24 marzo. Nell' Equirria si tenevano corse di cavalli e riti atti a purificare l' esercito e sensibilizzare il popolo verso di esso. Nella seconda si teneva una sorta di processione
in cui si purificavano gli scudi e preparavano le armi per la battaglia. In Autunno si tenevano feste nel mese di Ottobre atte a purificare e riporre le armi per il periodo invernale entrante. I giovani che si allontanavano dalla comunità per fondare una nuova colonia erano raccomandati a  lui e sempre accompagnati dagli animali sacri al Dio : picchio, lupo, toro.


Il Tre  è uno dei simboli potenti dell’esoterismo nonchè primo numero dispari, dopo il numero uno, punto di partenza,. Si esprime geometricamente nella figura del triangolo, in cui due punti separati nello spazio, si riuniscono in un terzo punto situato più in alto. Nella cabala ebraica  rappresenta beneficenza e apice di un qualcosa.
 La terza lettera è ghimel (la lettera G nell'alfabeto latino) e tre sono le virtù teologali: fede speranza e carità.Anche laTerra è il terzo pianeta del Sistema solare. 
 Nel suo significato positivo vi è la fede (Dio è uno e trino) e la conoscenza, al negativo materialità e innaturalezza.(mi ricorda le due punte in alto del pentagono).

La luna piena di marzo e’ la 
luna della semina poichè la 
primavera è alle porte ma è 
chiamata anche con luna del 
vento o ventosa, vento 
tenue
Luna del sussurro del 
Vento), che porta via l’ inverno..associata al segno dei pesci .. infatti viene detta anche luna dei pesci.. Questo segno  è l’ ultimo dello zodiaco e chiude un ciclo stagionale che con Ostara e il segno dell’ Ariete si riapre.Una nuova linfa corre tra i rami (luna della linfa) la natura si risveglia e questo si proietta sulla forza fecondativa della natura stessa simboleggiata dai Cervi (luna del cervo).Il calore riporta le lucertole sulle siepi (luna delle siepi ). Si riprende la coltivazione (luna dell’ aratro e del germoglio).Possiamo cominciare a travasare ,seminare e preparci per Ostara. Il colore sarà legato al verde della natura per questo Esbat, un verde chiaro e una corona di fiori o un fiore a legarci i capelli.La candela verde sarà consacrata con olio di oliva.L’ incenso di Sandalo, rosmarino e anice con 3 parti di olibano.I cibi: ottimi i panini coi semi e il latte.Ideale anche l’ idromele analcolico da offrire alle creature dei boschi e alla terra.Possiamo benedire ciò che facciamo nel nome dell’ elemento terra. L’ Esbat di questo mese  è dedicato all’ 8 Marzo festa delle donne e Commemorazione pagana di Ipazia, nata ad  Alessandria d’Egitto, 355/370 – e lì deceduta nel marzo 415 .Forse la  prima e più grande matematica, astronoma e filosofa greca antica sul filo del neo- platonismo.Fu uccisa nel corso di un tumulto di cristiani.E’ ricordata per la sua libertà di pensiero, la sua intelligenza , i studi e quale prima martire pagana.
Il 9 marzo si ricorda Oliver il martire che ,assieme a Asi e Asinnie, fu ucciso  mentre si accingeva a festeggiare l’ equinozio di primavera essendo un aderente dell’ Asatrù, una corrente pagana nordica.Questi rituali erano stati severamente proibiti da  re Olaf Tryggvason.Assieme a lui furono uccise molte altre persone o subirono a causa di questo mutilazioni .





Il giorno dell’equinozio di primavera si celebra Ostara, il cui nome è derivazione dalla Dea Eostre legata alla fertilità,infatti la natura riprende a rifiorire, gli animali sono chiamati all’ amore e alla riproduzione dovuta al ritorno della bella stagione.La festa assume anche altri nomi:Eostre, Eastre o Eostar e, naturalmente è da collegarsi alle feste più antiche di rinascita come quella greca in onore di Estia e romana  in onore di Vesta.In questo giorno veniva acceso un cero che bruciava fino al giorno successivo a simbolo dell’ esistenza e del perpetrarsi continuo della vita.Le due divinità ,maschile e femminile si incontrano,il sole e la  luna fanciulli, si innamorano.Il giorno e la notte hanno la stessa durata.Il sole si accoppia alla terra , i grandi falò producono la cenere per renderla feconda, le divinità erano impersonificate dal sacerdote e dalla sacerdotessa proprio a significare l’ unione del sole/cielo con la luna/terra.In gallese equinozio è parola che significa luce della terra.Le ore luminose cominciano a superare quelle buie e il sole è sopra l’ equatore celeste  sul punto vernale o primo punto d’ Ariete.Infatti ancora oggi lo zodiaco inizia con questo segno.A Imbolch, la festa della luce , abbiamo benedetto e preparato i semi ora è il momento della semina ..il progetto che sta prendendo forma.. il serpente cosmico deposita l’ uovo simbolo della vita che esso racchiude.In ogni cultura e religione si trova traccia dell’ uovo, il caos da cui parte la vita , il grande Uno. Dal soffio del vento del nord sull’ uovo nasce Eros , e quell’ uovo conteneva il cosmo.In molte culture l’ uovo è immerso nel buio ma un soffio vitale lo feconda di luce.. in un ciclo di nascita, morte e rinascita.Già nell’ antico Egitto si teneva una festa in onore della fertilità che coincideva con il periodo dell’ equinozio, era naturalmente legata ai ritmi agricoli e alle piene del Nilo .Infatti quando le acque si ritiravano era possibile rifornirsi di pesce ,che insieme alle uova sono simbolo di abbondanza e fertilità.In persia e in alcuni paesi mussulmani si festeggia questo periodo secondo antiche usanze zorostraiane con falò enormi e riti di purificazione.Per gli antichi romani era legata invece a Cibele antica Dea identificata alla Rea greca e alla Madre Terra e di Attis che forse era suo figlio, e che era la rappresentanza del ciclo morte-rinascita cioè del ciclo vitale della primavera.Cibele,era bisessuata, non aveva avuto  bisogno di una presenza maschile per creare l’ universo.Conosciuta con molti nomi, questa potente Dea dell’ Anatolia era in realtà la grande creatrice ,la Madre di tutto..caduta dal cielo sotto le sembianze di una pietra nera le furono dedicati templi imponenti  in luoghi impervi come le montagne delle sue origini.Non si sa se di Attis fosse innamorata o se ne fosse madre, ma quando il giovane sposò la figlia del re Mida generò terrore al banchetto di nozze e Attis di trasformò in pino. Ogni anno la festa funebre fu celebrata all’ equinozio ma assunse un significato di trasformazione legato al ciclo della natura.Di nuovo si trovano rituali legati a questo periodo nei Misteri Eleusini,quando a primavera si inneggiava il ritorno di Persefone presso Demetra.(Notizie prese da reminescenze scolastiche e da Wikipedia).




                                                             L' angolo della Bellezza

Latte detergente per pelli normali o secche
Per una pelle da Fata
50 ml latte intero 
1 cucchiaino di olio extravergine di Oliva
1 cucchiaino di miele

Unire i due ingredienti fino a formare un emulsione e applicare massaggiando dolcemente poi asportare e sciacquare.