domenica 30 giugno 2013

Segnature

Anticamente i popoli contadini non avevano mezzi per potersi adeguatamente curare per cui era utile ricorrere a persone particolari che potevano mettere in moto la capacità di auto guarigione .
Attraverso la fede e i simboli tracciati si cercava un aiuto nelle malattie.

Le segnature e gli scongiuri hanno anche la scopo di risolvere problemi legati a paura,amore e malocchio, possono dare risposte e aiutare, anche attraverso i sogni a chiarire dubbi.
Questi tipi di rituali sia avvalgono anche di oggetti sacri o meno o di erbe e elementi naturali… nel caso dell’ orzaiolo ad esempio la bottiglia dell’ olio , quindi facilmente reperibili.
Vengono tramandati da persona a persona in determinate festività, S. Giovanni o la vigilia di Natale o il Venerdì Santo .. in maniera privata , spesso in chiesa .
Alcuni li passano in qualunque momento e a chiunque… è ovvio che tutto dipende dal tipo di scongiuro e da come si opera .. certo che questi antichi tesori che racchiudono la storia dei nostri antenati non vanno mai svalutati e comunque si dica devono essere rispettati e sarebbe quindi utile seguire dovute regole nel passarli.
Quelli in mio possesso possono essere in alcuni casi tramandati sempre, altri necessitano di momenti e modi particolari, la persona che le riceve deve comunque essere preparata e usarle nella giusta maniera poichè in caso contrario , la tradizione dice che sarebbe il segnatore che le ha donate con leggerezza a pagarne le conseguenze.
Nei vari siti web ho trovato tutto e più di tutto infatti ho conosciuto persone che le hanno usate faccendo quello che io definisco un pasticcio cosmico … compresa una persona a cui avevo passato una formula per riconquistare l’ amore e che lei aveva usato per fare gli auguri di Natale ai colleghi … capufficio compreso… i quali vedendosi arrivare una formula in lingua antica sul cellulare l’ hanno subito richiamata per capire cos’ era e cosa volesse dire… certo facendo così uno ti richiama subito o scappa….
 A proposito di errori mi soffermo un attimo per parlare dell’ abitudine diffusasi negli ultimi tempi di usare preghiere a S. marta , S. Elena ecc… per chiedere miracoli e ritorni d’ amore: SONO LEGAMENTI DI FATTO.
Vi prego di porre attenzione sul fatto che le Sante e i Santi in questione spesso non sono i nostri Santi cristiani ma sono entità appartenenti ad altre culture.


I primi schiavi quando furono deportati dai loro paesi furono costretti a seguire la religione cattolica pena la morte .
Per nascondere l’ adorazione alle loro entità sostituirono queste a Santi cattolici.
Si tratta spesso di Orisha o Oriscià , semidivinità originarie del popolo Yoruba dell’ Africa occidentale. Questo culto si è poi diffuso anche in alcune regioni afro-americane.
Alla tradizione Orisha si affianca il Vodun.
Ora queste entità sono potenti ma vogliono una dedizione particolare e esigono rispetto inoltre decidono loro quando e come darvi l’ amato … possono anche decidere il contrario … insomma non sono i Santi a cui chiediamo l’ intercessione presso Dio ma entità di diverse culture.Non mi dilungo nell’ argomento ma è corretto farlo sapere … anche perchè spesso mi sento dire ho fatto SOLO il rituale a Santa Elena … ma non ha funzionato … certo che non sempre funziona ..,. il rispetto per queste entità chiede una perfetta conoscenza delle regole…


sabato 29 giugno 2013

Calendario Pagano Di Luglio

01 luglio: Per proteggere i vostri spostamenti in auto potete ricorrere a questo metodo: date alla  vostra auto un nome magico e segreto a cui ricorrere ogni volta ne avvertite necessità. Il nome deve avere una connessione con voi e col vostro metodo di guida.

02  luglio: Sempre per i vostri viaggi: accendete una candela azzurra e fatene bruciare un pezzettino ogni sera. Attenzione: mettete la candela sempre in un luogo sicuro e badate di non lasciarla mai incustodita. Non addormentarsi mai con candele accese in stanza!

03 luglio: Festa di Cerridwen-
 Se avete bisogno la pioggia fate bollire l' acqua nel calderone e usate un cucchiaino d' argento per mescolarla in senso antiorario, appendete un bozu-bozu teru teru a testa in giù per chiamare la pioggia e appendetelo a testa in su per chiamare il bel tempo.

04 luglio: Non portate mai orologi, computer e oggetti elettronici all' interno del cerchio. Rischiereste un guasto degli stessi a causa della distorsione spazio-temporale e dell' energia magica accumulata nel cerchio stesso.

05 luglio: Festa estiva  dei Quattro Elementi (Aria, Acqua, Terra, Fuoco).

06 luglio: Non eseguite mai, se possibile incanti con il vuoto di luna o con mercurio retrogrado.

07 luglio: Se volete aumentare le vostre capacità divinatorie  potete usare un incenso a base di anice stellato e alloro.

Tinne, 08 luglio – 04 agosto - Giorno dell’Agrifoglio.

09 luglio: La bacchetta di melo o il profumo della mela riportano pace in famiglia dopo un disaccordo o una lite.

10 luglio:  Dormire sopra la Pratolina, se si è fedeli si potranno fare dolci sogni e richiamare colui che amiamo e che ci ha abbandonate.

11 luglio: Una magnetite lasciata per un pò di giorni a bagno nell' olio, potenzia l' olio stesso che frizionato sul corpo aumenta la virilità dell' uomo.

12 luglio: 7 foglie di alloro poste sotto il cuscino e spruzzate d' acqua vi faranno sognare il vostro futuro sposo...

13 luglio : Se avete piccoli frammenti di corallo li potete mettere sui davanzali e all' ingresso: proteggerà la casa dai malintenzionati.

14 luglio: Incanto di protezione: raccogliete un ramo d'olivo verde,ringraziando sempre la pianta e chiedendogli il permesso, spiegando a ciò che vi serve il suo ramo.  Bruciatelo.Quando sarà diventato brace, spruzzatelo con acqua benedetta. Seppelite ciò che rimane in casa, nel vaso di una pianta.

15 luglio: Per ottenere risposte e avere il potere, per essere assistiti in modo particolare dalla Dea: prendete 3 gocce di olio di nocciolo e aggiungeteci una goccia di olio di rosa. Mettete sul terzo occhio e sui chakra.

16 luglio: Se dovete  aumentare  le vostre entrate economiche, accendete ogni giovedì di luna crescente, una candela verde intenso e mettete qualche pizzico di timo sulla fiamma e ogni domenica una candela dorata su cui brucerete una foglia di alloro a simbolo di vittoria sugli ostacoli che impediscono il successo.

17 luglio: La candela rossa è solo per i maghi esperti. La sua forza contiene la sessualità e la bestialità dell' uomo. Sostituitela con candele rosso- arancio.

18 luglio:  Una treccia  di peperoncini secchi in cucina allontanano negatività familiari e attirano fortuna e  benessere.

19 luglio: Il venerdì magico. Dedicato a Venere e alle dee dell''amore,  dell' arte e della sensualità come Ishtar, Freya, Aeval,Afrodite è il giorno adatto per gli incanti  per   l''amore, la sessualità , la passione, per portare alla luce i propri desideri e realizzare le proprie fantasie, per la bellezza e il fascino. Per entrare in contatto con l''energia del venerdì, bruciate incenso di Venere: sandalo, rosa, melo, verbena, indossate gioielli di rame.  Le pietre talismano: tormalina rosa e verde e quarzo rosa.

20 luglio: L''argento è il colore della della luna, della Dea lunare, della veggenza. Utilizzate  questo colore quando volete entrare in contatto con la Dea, attirare amanti e innamorati, lodare la Dea e  l''Antica Religione o aumentare le vostre capacità psichiche.

21 luglio: Se avete la fortuna di trovare una pietra forata o ne avete una, utilizzatela per proteggervi dalle influenze negative e attirare la fortuna: appendetela con un nastro rosso sopra la porta di casa.

22 luglio. Festa della Grande Madre.

23 luglio: Studiate il potere racchiuso nelle carte da divinazione: ne potete trarre ottimi talismani.

24 luglio: Il rame porta fortuna, il suo potere è legato a Venere, una cintura in rame vi darà amore, fascino e protezione da parte della Dea della bellezza. Se dovete fare un rituale con monete per la prosperità e non ne avete in oro , usate tranquillamente, salvo indicazione diversa, monete in rame.

25 luglio: Scegliete un giorno al mese, meglio se in  luna piena o quando sentite il momento giusto, a memoria di  tutte le streghe che nei secoli sono state derise, umiliate, torturate e uccise. Esse vi sosteranno con la loro energia e avranno conforto. Per farlo accendete una candela bianca vicino a un bicchiere d' acqua, Poi l' acqua versatela alle piantine il giorno dopo .

26 luglio: Se avete una scatoletta o, meglio un recipiente in terracotta, potete farci un cofanetto.
Metteteci dentro: basilico, rosmarino o salvia , anice stellato, verbena e cinque gocce di olio essenziale di rosa. A titolo protettivo aggiungete una vostra foto o un foglio su cui avrete scritto un desiderio. Potete metterlo sull' altare quale dono agli Dei.

27 luglio: L' acqua ottenuta con un infusione di artemisia è ottima per pulire specchi e luoghi magici.

28 luglio. Festa di Thor.

29 luglio: un incenso di ortica rimanda il male al mittente, mentre un incenso di verbena, incenso e 3 chiodi di garofano allontana i pettegolezzi fatti su di voi.

30 luglio: se volete incrementare i guadagni,mentre la luna è crescente, ungete due monete ( meglio se in metallo nobile o in rame) con una goccia di olio di cannella.
Tenetele nelle scarpe per  7 giorni ( se preziose occhio a non perderle, forse meglio usare semplici monetine da un 2 cents).

31 luglio. Grande Sabba del raccolto.

01 agosto. Lunghnassadh. Festa di Lug.

venerdì 28 giugno 2013

Animali In Paradiso

Se è vero che l' amore non conosce confini,
che nella vita hai sempre atteso la sera
per corrermi incontro..
Che l' amore non finisce con la morte, 
perchè l' amore è più forte della morte...
so che c' è un angolo di paradiso anche per te, 
mio compagno di vita...

La Barca Di S. Pietro

 Guido Reni - pinacoteca di Brera. 
Domani, 29 giugno si festeggiano i santi Pietro e Paolo,anche se per  il mondo contadino aveva più importanza la celebrazione del solo san Pietro. Anche in questo caso ci sono radici pagane in riguardo a  questa festa. Nell' antica antica Roma il 29 giugno si commemorava Quirino,Divinità sabina delle curie e degli uomini liberi, festeggiata assieme a Romolo, con cerimonie sul Quirinale. Queste due figure, Quirino e Romolo, furono sostituite, dai Cristiani,  dai Santi Pietro e Paolo,che furono definiti fondatori della Roma cristiana che persero la vita sul Colle vaticano sotto la persecuzione voluta da Nerone.  


Furono poi i monaci benedettini a diffondere, in epoca medievale, il culto di S. Pietro.
Antiche leggende dicono che la è madre di S. Pietro o la suocera, a uscire dall' aldilà e provocare temporali in questo giorno.
Per questa ragione i pescatori si astenevano, nell' antichità, dalla loro attività.
In alcune zone, la madre o suocera di Pietro sarebbe provvidenziale per la siccità.
Nella zona di Iseo, invece , niente bagno nel lago , le acque diventano, quel giorno , pericolose.

La Barca Di San Pietro 

La sera della vigilia si riempie d' acqua un fiasco spagliato, o una caraffa o una bottiglia  e vi si  versa la ciàra dè l' öf  ( albume d' uovo ). Si pone in un luogo isolato e buio, meglio se nell' orto o in giardino , o in un prato , se piove in casa. Durante la notte, col fresco l' albume si rapprende e  assume le forme di una barca, con vele e alberi maestri.
Della  «barca» si leggono poi i significati:per alcuni è l' imbarcazione dell' apostolo Pietro, pescatore e traghettatore di anime, per altri era usata da per diffondere nel mondo la fede di Cristo;  per altri  è  la barca con cui era sceso all' inferno per liberare la madre e  portarla in cielo   ma era sopratutto un auspicio per l' agricoltura; i presagi dipendevano dalla forma delle vele, se alte e voluminose, bel tempo, se basse brutto tempo in arrivo.Tanto è vero che in Veneto si diceva: « Se piove a San Paolo e Piero piove par on ano intìero ». Nel Bergamasco era consuetudine leggere l' albume quale responso matrimoniale: se la barca aveva vela la sposa avrebbe avuto un figlio e la zitella  si sarebbe maritata. 

Leggenda : La Mamma (O Suocera) Di San Pietro

La madre di S. Pietro, secondo alcuni la suocera,aveva un cattivo carattere con una buona dose di avarizia.
Pietro soffriva di questo e, siccome la madre era all' inferno , e lui teneva le chiavi del paradiso,  chiese a Dio la grazia di averla con lui in paradiso.


Allora Dio si ricordò che ,in vita, la donna , aveva compiuto la buona azione di regalare delle bucce di patate a un povero,anche se altre versioni dicono una cipolla.
Fatto sta che con le  bucce degli ortaggi, gli angeli fecero una corda che Pietro buttò giù dal cielo per far arrampicare la madre in paradiso.
Ma gli altri dannati volevano seguirla. Lei si ribellò e li mandò via  in malo modo provocando lo spezzarsi della corda stessa. Da allora ogni 29 giugno, si dice che le grida della donna provochino i tuoni e i temporali.





Ed ecco la mia barchetta...l' immagine non è  nitida
...ma comunque rende l' idea.





giovedì 27 giugno 2013

Legamenti

Partendo dal presupposto che sono contraria ai legamenti, che comunque non fanno parte della categoria


"benefica" della magia, vi posto alcuni incanti, tanto se vi dico di non farli , li fate lo stesso. Vorrei solo richiamare l' attenzione su alcuni particolari importanti:

1° ) Se amate una persona dovete lasciala libera di decidere, a nulla valgono scusanti , di cui ne analizziamo i tipi più comuni:

A)" Ma lui mi ama, non può venire da me , è la moglie/fidanzata/l' altra che glielo impedisce"
Allora se uno vi ama non c' è niente che tenga, capisco magari il matrimonio, il quale impone obblighi, ma fidanzate e amanti varie si possono lasciare, se uno non lo fa è perchè comunque non vuole"

 B) Non può per  per motivi  economici,.. tutti abbiamo fatto sacrifici, quindi se vi ama viene anche se c' è da risparmiare fino all' osso


C) La moglie/fidanzata/l' altra gli ha fatto  una fattura... caso rarissimo, ma può essere che l' altra si difenda perchè lo vuole così come lo volete voi... peccato che se una persona subisce due legamenti da due persone diverse rischia effetti collaterali fastidiosi.

2°) Bisogna valutare che se legate lui/lei  a voi anche voi siete legati all' altro/a col risultato che se la vittima riesce a liberarsi voi no.. così rimanete legati a una persona la quale vi dimenticherà facilmente cosa che invece non sarà così per voi, se poi arriva la persona giusta può essere che vi sfugga  perchè rimanete imprigionati nel legamento fatto da voi stessi.

3°) Se il legamento riesce e  tutto andrà bene, non sarà vero amore, ma una specie di legaccio che tra l'altro non vi garantirà fedeltà assoluta


4°) Rischiate un colpo di ritorno poichè andate a obbligare una persona a fare una cosa che in condizioni normali non farebbe mai. In pratica la manipolate.


Allora mi domanderete perchè ho deciso di postarli... ve lo dico subito... perchè tanto li fate lo stesso, rischiate di chiamare entità pericolose con rituali presi a casaccio dal web e poi perchè  vorrei spingervi su ciò che  è effettivamente un legamento e i danni che ne derivano.
Inoltre se proprio non ne potete fare a meno e vi volete togliere il gusto di conquistare il partner con le vostri doti , la vostra simpatia e fascino, almeno lasciate il tempo all' incanto di agire. Se non funziona in 3 giorni non passate subito a un nuovo incantesimo , aspettate almeno una lunazione.Non usate incanti con aghi, spilli, limoni, carne e sostanze corporee se non siete pratiche di magie.
Ma poi volete davvero umiliare l' altra persona dandogli da bere intrugli fai da te che potrebbero arreccargli danno?
Io sconsiglio vivamente di farlo, per cui posterò solo incanti che evitino cose dannose a livello fisico.
Darò cenno solo ad alcune usanze senza rivelarne la formula per evitare che qualcuno faccia pasticci.


Metodo delle candele:
Con l’ uso di candele rappresentante i soggetti da legare e i colori adatti si attua un incanto per avvicinarli.Può essere potente in base alla capacità e forza fisica dell’ operatore e seguendo i ritmi della luna, i colori  e determinate parole e gesti. In  alcuni casi si può disfare ma bisogna conoscere il metodo usato per essere più sicuri di aver successo e poi procedere a una purificazione.

Metodo del sangue o pozioni:
In questo caso si usa sangue o pozioni da far ingerire al soggetto o far inalare.Sono metodi potenti ma molto pericolosi anche da un punto di vista fisico! Non sappiamo infatti se il soggetto a cui viene somministrata la pozione non abbia intolleranze agli ingredienti della pozione stessa ed è comunque qualcosa da evitare assolutamente sotto ogni punto di vista anche per motivi etici! Inoltre se per qualsiasi causa  il rito non funziona il colpo di ritorno è potente! Raramente il soggetto colpito riesce a liberarsi dell’ incanto, che porta anche a volte disturbi fisici, ma non se ne libera con facilità neppure il mandante dell’ incanto stesso !

Metodo con foto, nastri, nodi e limoni ecc…
In questi casi la situazione si complica! Se non si conosce i metodi alla perfezione e non sia ha sufficente energia, se il rito non ha già un controincantesimo è facile fare sbagli che portano solo guai. Evitare assolutamente il fai-da-te!

Metodo con preghiere e litanie a Santi:

Come già scritto queste preghiere e riti sembrano innocui perchè rivolti a Santi. Riporto le parole che già scrissi tempo fa:
Le Sante e i Santi in questione spesso non sono i Santi Cristiani ma sono entità appartenenti ad altre culture.I primi schiavi quando furono deportati dai loro paesi furono costretti a seguire la religione cattolica pena la morte. Per nascondere l’ adorazione alle loro entità sostituirono queste a Santi cattolici.Si tratta spesso di Orisha o Oriscià , semidivinità originarie del popolo Yoruba dell’ Africa occidentale. Questo culto si è poi diffuso anche in alcune regioni afro-americane.Alla tradizione Orisha si affianca il Vodun. Ora queste entità sono potenti ma vogliono una dedizione particolare ed esigono rispetto, inoltre decidono loro quando e come darvi l’ amato … possono anche decidere il contrario … insomma non sono i Santi a cui chiediamo l’ intercessione presso Dio ma entità di diverse culture.Non mi dilungo nell’ argomento ma è corretto farlo sapere … anche perchè spesso mi sento dire “ho fatto SOLO il rituale a Santa Elena … ma non ha funzionato … “certo che non sempre funziona ..,. il rispetto per queste entità chiede una perfetta conoscenza delle regole…


Se dopo aver detto tutto ciò volete comunque provarci eccovi alcune ricette.. ma sarebbe meglio sempre lavorare su noi stessi/e che non correre dietro a qualcuno che non ci considera...

Prima di iniziare vi posto come ottenere un incenso valido per gli incanti amorosi, salvo diversa disposizione dell' incanto stesso ovviamente:


7 gocce di essenza di patchouli
7 grani di olibano
7 foglie di alloro spezzettate
aghi di pino tritati
7 gocce di essenza di verbena
7 gocce olio d'oliva
un goccio di miele
7 gocce di essenza di rosa
7 gocce di essenza di ylang ylang (facoltativo).
7 gocce di vino rosso

Tritare in mortaio ed esporre alla luna piena.




Incantesimo d' amore della candela rossa


Occorrente:
Candela rossa (rosso-arancio) 
Olio ess. di rose
Carta pergamena
Accendino
Incenso per la ritualistica d' amore
Matita.


La candela va purificata e vestita con olio di rose.
La pergamena va incensata.
Consiglio l' uso di una matita nuova che terrete solo per i vostri incanti, vero che l' inchiostro è più "incisivo" ma trovare un inchiostro naturale o farselo da sè non sempre è facile, la matita è più "naturale" e una volta usata per un incanto, potrete riutillizzarla facendogli nuovamente la punta. Usate un temperino in ferro che userete solo a questo scopo.

In una notte di luna piena  accendere incenso e candela, scrivere il nome di chi si vuol conquistare su un pezzo di carta e piegarlo in tre.
Bruciarlo enunciando:
(nome della persona) cosi come ora io brucio il tuo nome, tu per me brucerai di passione
concentrarsi e ripetere fino a che la pergamena brucia.
Le ceneri vanno portate con sè fino a quando non si incontrerà l' innamorato , poi di nascosto, gettare le ceneri ai suoi piedi.



Conchiglia per l’amore:
Comincia la bella stagione e le prime passeggiate, per chi può in riva al mare.. se capita raccogliete 2 conchiglie uguali bianche e incidete su una il nome dell’ amato e sull’ altra il vostro compreso i dati di nascita.Questo va posto all’ interno . Fate un forellino e unitele facendo passare  una catenina d’ argento.Lasciate alla luce della luna piena o crescente di un venerdì.Sarà il vostro regalo per l’ amato che proteggerà il vostro rapporto per tutta la durata della vacanza.
Gris Gris
Sono sacchettini in tela naturale in uso presso le popolazioni africane e il loro scopo è di attirare o disperdere  secondo come lo si prepara.Per l’ amore il colore sarà rosso o rosa e conterrà una piccola radice di iris, 3 vostri capelli 3 gocce di o.e. di rosa  o ylang ylang, un granato o un quarzo rosa.oppure erba gatta,timo, petali di rosa, 3 vostri capelli e una tormalina .Va consacrato agli elementi:
Alzatelo  al cielo , al centro della stanza partendo dall’ est e dite:questo talismano  io consacro alle virtù dell’ aria (lo passate x 3 volte nell’ incenso),perchè gli antichi Dei di questo elemento donino ad esso l’ energia mistica generata dalla forza dei venti.
A sud:questo  talismano  io consacro alle virtù  del fuoco (lo passate x 3 volte sopra o intorno a una candela rosa),perchè gli antichi Dei di questo elemento donino ad esso l’ energia mistica generata dalla luce Divina.
A ovest:questo talismano  io consacro alle virtù dell’ acqua  (lo  spuzzate  x 3 volte  di acqua lustrale ),perchè gli antichi Dei di questo elemento donino ad esso l’ energia vitale di ogni sorgente, di ogni corso d’ acqua del mare e della pioggia.
A nord:Lo mettete sull’ altare sopra del sale o su vaso contenente terra e dite:questo talismano  io consacro alle virtù della terra perchè gli antichi Dei di questo elemento donino ad esso l’ energia vitale e la forza della terra.
Luna crescente : se incisa sul corallo rosa vi porterà a incontrare presto l’ amore.Il simbolo è legato alle Dee egizie Iside e Nefertiti; Dee che aiutano ad attirare l’ amore
La carta dei tarocchi numero 6: gli amanti
Se consacrata e attivata nella fase della luna crescente aiuta ad attirare l’ amore e capire i nodi karmici.
Un cuore di lapislazzuli ,pietra  consacrata alle Dee Afrodite e Iside vi farà beneficiare del favore di queste Dee.



Rituali Con Sante


 Dallo studio di antichi testi, di diverse correnti magiche  e da contatti con persone di varie culture si viene a conoscenza sempre di più sugli antichi rituali , lo stile di vita e sul significato magico-religioso di alcune operazioni magiche.Leggendo e studiando la magia Salomonica ci si rende conto di quanto essa sia difficile e non certo alla portata di tutti .Essa si basa sulla capacità di evocare e avere potere sugli spiriti sia angelici che infernali. Nei vari libri si possono trovare rituali di magia nera che portano++ ad avere il dominio o la rovina di altre persone, nonchè il potere su tutto e tutti. La  magia rossa serve invece per avere potere sull’ amore…la bianca modifica gli eventi ma rimane nell’ ambito di farlo in armonia con le leggi sia fisiche che spirituali, il mago riesce a ottenere questi scopi intervendo nel momento preciso in cui l’ energia passa tra una dimensione e l’ altra,si avvale inoltre delle entità specifiche siano esse celestiali o infernali.Il legamento  di S. Elena che ho trovato scritto in un’ appendice di un libro legato alla magia salomonica che non cito per prudenza,mica  che qualcuno lo possa davvero usare, mette in luce come tramite il nome di un santo si mettano in moto energie che sembrano legate alla religione cristiana ma collocano  la vittima e l’ artefice nella condizione di fare e subire un vero e proprio obbligo.Obbligo al quale si rimane legati e non è neppure detto che funzioni ,in primo luogo il lavorare con gli spiriti determina grossi pericoli di colpo di ritorno , poi non è che finito il rituale la faccenda si chiuda… abbiamo mosso energie ed entità e dobbiamo ora continuare a essere vincolate ad esse , alla loro devozione…il rito di santa Elena arreca con sè una maledizione che viene impartita alla vittima se essa non corrisponde ai nostri desideri… in pratica se questa persona non viene da noi soffrirà immensamente.Nelle preghiere cristiane il libero arbitrio viene sempre lasciato ,si chiede cioè al santo di intercedere presso di Dio per ottenere una grazia,  nei legamenti i sentimenti vengono obbligati,ma non sempre questi rituali funzionano , se il cuore dell’ uomo o donna designato è già per un’ altra persona il rito potrebbe non funzionare poi se il destinatario è già legato sentimentalmente o in altra maniera  il rituale si annulla con l’ effetto del colpo di ritorno.Anche l' ormai diffuso rito di Santa Marta Dominadora segue lo stesso discorso, con la differenza che qui l' amore non c' entra, si tenta infatti di dominare una persona, in pratica di ridurla una marionetta. Già non è semplice effettuare la magia con l’ apertura del cerchio , i 4 elementi, la richiesta ecc … se poi andiamo a prendere rituali più complessi e antichi il rischio di errore aumenta… in pratica non è che recitando una preghiera o presunta tale , usando il limone e gli spilli o cose similari che si otterrà risultati… questo tipo di magia e specie la salomonica richiede anni di studio, supporto di un maestro con alta preparazione e sacrifici immensi,conoscenza delle religioni e forza nel dominare certi eventi,nonchè una illuminazione spirituale.Certe conoscenze  sono in mano  a pochi , i quali difficilmente rivelano i loro segreti sennò tutti accenderemo una candela e il gioco è fatto… in realtà chi si accinge alla magia può muovere forze e ottenere risultati ma non sempre arriva allo scopo finale ..se l’ intento è buono si può sperare di crescere,imparare e ottenere qualcosa ma se si tratta di dominare gli altri, anche se inizialmente ci pare di riuscirci, le conseguenze poi si pagano…ogni gesto che si fa ,specie in magia usa energie e ha SEMPRE un contraccolpo… i veri maghi sono pochi , si mostrano poco e poco svelano i loro segreti… sui libri c’ è solo una pallida idea di quello che è la magia oggi.Il modificare un evento porta sempre quindi effetti collaterali poichè cambiano situazioni che entrano nel piano universale e questo bisogna tenerlo in conto e saperlo fare valutando se si è poi in grado di gestire la situazione  e questo vale per ogni tipo di magia…..

mercoledì 26 giugno 2013

Mavara, La Magia In Sicilia

In Sicilia la strega prende il nome di Mavara, termine spesso interpretato come “ammaliatrice” oppure può essere definita “A Signura”.
In un’epoca in cui i medici sono troppo rari o costosi per il popolino, alcune donne si rivelano “guaritrici” in grado di alleviare o guarire da alcune malattie, che oggi non rappresentano quasi mai un pericolo ma che in quel periodo erano un problema o un rischio reale.
Le streghe o Mavare svolgevano così la loro opera di curatrici, utilizzando nelle loro misteriose pratiche, i segni e le “preghiere”, nonchè le proprietà di determinate piante dei luoghi circostanti.
Le loro pratiche mettevano al sicuro da opere di malocchio e i loro riti aiutavano le donne quando rimanevano sole a casa perchè gli uomini erano in alto mare per la pesca… un ritardo metteva in allarme le compagne dei marinai e le Mavare dopo opportune preghiere interpretavano dei segni che indicavano se il pericolo era reale o se l’ uomo sarebbe tornato a casa sano e salvo così come mi è stato narrato da alcune donne del luogo .
Anche i questo caso gli elementi sono i più semplici e il profano si mescolava con il sacro,
Il pricantozzo o ‘rrazione era composto da una invocazione,dalla descrizione della malattia da guarire o della situazione oppure della descrizione di un episodio della vita di Gesù o dei Santi, e infine l’esortazione al male ad abbandonare la vittima. All’orazione seguiva un rituale da svolgere.Spesso lo scopo dello scongiuro era quello di “liberare” gli individui colpiti da malefici vari, spesso, o quasi sempre, il malocchio o “occhiu rassu” (occhio grasso)fatto anche in maniera inconsapevole dagli stessi familiari della vittima magari nel corso di una discussione familiare. Quando gli amuleti e le pratiche superstiziose non bastavano a contrastare il malocchio si ricorreva alla Mavara che veniva ricompensava con la “truscia” che in pratica era un pagamento coi prodotti della natura.Era diffuso anche l’ uso di una sorta di amuleto consistente in un santino contenuto in un sacchetto e legato con un filo rosso al bulbo di una pianta
Uno dei rituali più diffusi prevedeva l’ uso di sale,olio e acqua.Dopo aver recitato la formula, in un piatto contenente dell’acqua si versano cinque gocce d’olio: se l’olio scompare esiste il malocchio, nel caso contrario non c’è.
Il rituale va ripetuto 3 volte e concluso con 4 segni della croce. Si getta il tutto in un luogo appartato e non frequentato da nessuno .
Naturalmente c’ erano anche rituali atti a danneggiare e anche qui ci si avvaleva dell’ uso di prodotti naturali quali ad esempio il limone…
“A Ruminica a missa porta nù limuni e ammucciuni vattiulu e pizzicuniulu. Quannu torni a casa incilu ri spinguli ecc….”
“La Domenica a messa porta un limone e di nascosto battezzalo e prendilo a pizzicotti. Quando torni a casa riempilo di spilli ecc.”
oppure del sangue mestruale per i legamenti…sangue che poi va aggiunto ad altri ingredienti e caricato con opportune formule e gesti.
Le streghe spesso erano associate a figure di donne che per qualche motivo non si erano sposate e che si vendicavano sui bambini i quali,se al mattino avessero riscontrato delle treccioline annodate sul lato sinistro della testa significava che durante la notte avevano ricevuto la visita di una strega che aveva praticato una fattura ( se era una donna a svegliarsi con i capelli intrecciati poteva essere che era uscita con le Donne di fuora, era cioè anch’essa una strega).
Ma per i bambini poteva essere anche una benedizione e quindi non andavano sciolte perchè questo avrebbe fatto arrabbiare le donne di fuora (le streghe) che avevano impartito la benedizione stessa.



Le Donne Di Fuora



Secondo la credenza queste donne escono in astrale e devono avere le caratteristiche di essere belle, giuste,avere la virtù del silenzio e dell’ubbidienza alle decisioni prese insieme con le compagne
.Infatti esse si trovavano insieme in un gruppo di 33 potenti creature a capo delle quali c era una ” signora ” di Messina.Chi voleva ricevere in casa la visita di una “bella signora” doveva prima della mezzanotte,fumigare la casa con dell’incenso, foglie d’alloro e rosmarino.
Il profumo faceva da richiamo e se anche esse non si lasciavano vedere da nessuno, il loro passaggio si sentiva nei rumori impercettibili.
La donna di fuora viaggiando in astrale, avvisava prima di coricarsi coloro che erano in casa che la notte sarebbe di uscita, e proibiva a tutti di toccarla per non essere disturbata e turbata durante la sua uscita.
Questo avveniva tre volte la settimana,il martedì, giovedì e sabato quando le donne di fuora si incontravano per decidere sulle malie da fare o da sciogliere.



Erice



Erice (Èrici o U Munti in siciliano) è comune della provincia di Trapani,posto sull’omonimo Monte Erice,Il nome deriva da Erix un personaggio mitologico, figlio di Afrodite e di Boote, ucciso da Ercole. Fino al 1934 era denominato Monte San Giuliano. sulla cui sommità si erge un Castello fatto costruire nel XII secolo dai Normanni ove anticamente era preesistente un tempio dedicato a Venere Ericina.La leggenda narra che Venere salvò Bute dalla morte quando esso si tuffò in mare attirato dalle Sirene. Dalla loro unione nacque Erice,che per onorare la madre costrui il tempio.Le sacerdotesse che accoglievano i visitatori due volte l’anno celebravano col rito delle colombe la partenza di Afrodite da Erice verso il Santuario di EL KEF, fra Tunisi e Cartagine e il suo ritorno.Da allora Venere, e poi con l ‘ avvento dei Romani, Afrodite divenne la protettrice dei marinai, e sulla rocca si arrampicavano uomini di tutto il Mediterraneo per ottenere amore e protezione.Tradizione che si ripete ancora oggi, durante i matrimoni, per propiziarsi sia la benedizione che il “ritorno” della Dea. e al termine delle Celebrazioni Pasquali, o di altri riti primaverili.

CATALABIANO

Calatabiano è un comune nella provincia di Catania(Cattabbianu in siciliano) dove, oltre all’ antico castello costruito dagli arabi e successivamente rimaneggiato dai normanni e ad altri importanti monumenti, si trova la Chiesa di San Filippo Siriaco che nel marmo della facciata, che riporta la data 1482,è scolpita una scritta misteriosa.La leggenda racconta che custodisce il segreto per conquistare un tesoro nascosto nelle viscere del monte Castello,dove sarebbe racchiusa un’enorme quantità di monete d’oro.Nessuno è riuscito ad interpretare la scritta fino ad ora ma la leggenda dice che lo farà un cavaliere che arriverà in groppa a un cavallo bianco e che riuscirà, quindi ad arrivare al tesoro.FATA MORGANA La Fata Morgana contrariamente al nome,è un fenomeno ottico che si presenta spesso in estate nello stretto di Messina e nell’isola di Favignana , quando colonne, torri, palazzi, selve e  rovine sembrano muoversi ed ondeggiare.Guardando da Messina verso la Calabria, si vede la città sospesa nell’aria, ingrandita e moltiplicata, viceversa, guardando da Reggio verso Peloro,la città di Reggio si specchia nello stretto.La leggenda vuole che fosse opera di una maga, la famosa Fata Morgana regina dello stretto che cercava di ingannare il navigante per confonderlo nella navigazione e attirarlo a sè. 

ZUCCHI 

La Notte di Natale o di Capodanno( a Siracusa),in alcuni paesi della Sicilia, specie in alcuni paesi etnei, sui Nebrodi, nella provincia di Enna, Messina, e Siracusa, vige l’ abitudine di accendere un grosso fuoco nella Piazza principale davanti alla Chiesa Principale , allo scoccare della mezzanotte. I falò sono detti zucchi (dai grossi ceppi di legno usati per accenderli) e la festa natalizia è detta zuccata.Anche a Messina i falò vengono accesi nelle sciumare, cioè nei corsi asciutti dei fiumi, per propiziare l’abbondanza d’acqua.A Siracusa il fuoco ha carattere esoterico.Per accendere il falò si utilizzano tronchi di arancio o limone, le cui fragranze aromatiche sprigionano molto fumo che si eleva in cielo e si lancia nel fuoco incenso , zucchero e sale. UOVA Nel giorno del venerdì santo  le donne di Trapani e di Palermo  usavano  conservare le uova fatte dalle loro galline.Poi ogni venerdì si recavano alla chiesa delle Anime dei corpi decollati per offrire il loro rosario. Le donne andavano quindi ad origliare sopra una lapide per trarre auspicio se ciò che esse anelavano venisse loro concesso.







Occhio Di Horus

Horus è figlio di Iside e Osiride e ha una testa di falco.Durante una battaglia combattuta contro Seth ebbe a perdere il suo occhio ma  Toth pensò a risanarlo dotandolo di magici poteri.L’ occhio è stato poi posto in offerta per ridare vita a Osiris.Questo occhio racchiude in sè la potenza dei numeri e la capacità di risanare e proteggere sopratutto nella vita dell’ aldilà.Questo metro  poteva anche essere applicato alla misurazione del grano e dei cereali tenendo conto della base di frazione 64 così divisa :1/2  connesso al senso dell’ olfatto è la congiuntiva dell’ occhio che lambisce il naso-
1/16 rappresenta il senso dell’ udito infatti è posto a linea sul lato dell’occhio verso l’orecchio-


1/4 è la pupilla che  rappresenta la vista-
1/64 rappresenta il tatto ed è il trattino al lato del naso-
1/32 è la coda curva  quasi a ricordare le piume del falco e rappresenta il gusto nonchè il potere dei cereali di germogliare-
1/8 il sopracciglio che rappresenta il pensiero e il potere mentale..
Horus è Dio della veggenza. Questo Occhio denominato della Perfezione veniva posto a protezione delle mummie e nella identificazione dei ladri nonchè nella loro punizione. Ma anche nella protezione dei viaggi in mare.Vi è un analogia tra l’ occhio di Horus e la Fenice quale simbolo di morte e rinascita.
Nel Libro dei Morti, cap.LXVI si legge: “ Io sono Horus, il figlio primogenito di Osiride, che dimora nel mio occhio destro. Giungo dal cielo e rimetto Maat nell’occhio di Ra .Da qui la necessità dell’ individuo di percorrere un cammino interiore che ripercorra i 42 insegnamenti della Dea della giustizia Maat passate dal giudizio di Thot. Queste regole erano viste come base per un vivere in modo più consapevole atto ad aprire una maggiore consapevolezza e un cammino spirituale.La possibilità di aprire tutti 2 gli occhi aprendo una visuale sul mondo celeste cioè spirituale e quello terreno-materiale.Il libro dei morti descrive la pesatura del cuore, la cerimonia svolta davanti a Maat la Dea della giustizia: il cuore del morto era posto su una bilancia a 2 piatti, e sul piatto opposto veniva adagiata una piuma.Il cuore non doveva pendere mentre il defunto confessava le sue colpe agli Dei e veniva interrogato sul suo percorso interiore.Se passava la prova poteva raggiungere i così detti “campi di giunchi”.Ecco un esempio di confessione del morto:
Non ho commesso ingiustizie
Non ho rubato esercitando violenza
Non ho commesso atti violenti
Non ho rubato
Non ho ucciso né uomo né donna
Non ho agito in modo ingannevole
Non ho rubato oggetti di proprietá divina
Non ho pronunciato il falso
Non ho pronunciato malvagità
Non ho attaccato altri
Non ho violato la donna d’altri
Non ho commesso peccato contro la purezza
Non ho intimorito altri
Non ho finto sorditá alle parole giuste e veritiere
Non ho incoraggiato conflitti
Non ho abusato d’altri.
Questa era la base della religione Egizia basata sul giudizio degli Dei e della Dea Maat.

martedì 25 giugno 2013

Tarocchi

Non si conoscono con certezza le origini dei tarocchi, alcuni li attribuiscono origini cinesi,altri egiziane o ancora, cosa più probabile ebraiche. In effetti gli arcani maggiori sono 22 come le lettere ebraiche e secondo Eliphas Lévi,famoso occultista vissuto nel XIX secolo,hanno origine dalle carte che riproducevano i simboli ideografici o geroglifici con l’aiuto dei quali i grandi sacerdoti di Gerusalemme interrogavano gli oracoli e che erano chiamati theraphim oppure dalle Naibi, carte di cui facevano parte figurine didattiche per bambini comprendenti 50 immagini, distribuite in 5 serie di 10 carte che corrispondono alle condizioni della Vita, alle Scienze, alle Virtù e ai Vizi, ai Pianeti, unite ad altre contrassegnate dai numeri arabi, del XIV sec.

Probabilmente gli Arcani Maggiori e gli Arcani minori hanno origini diverse e hanno subito una fusione tra il XIV e XV secolo.
Vi è inoltre un’ altra teoria secondo la quale i Tarocchi o Trionfi siano nate come carte da gioco nelle corti italiane del 1400 che si ricollegano per lo più al ducato di Milano: ne vennero eseguite tre serie per il duca Filippo Maria Visconti e grazie all’aiuto di strumenti comprendenti l’incisione su stampi di legno o di rame, i giochi di carte si diffusero velocemente tanto che nel XVI secolo un gioco di Tarocchi modificato e conosciuto con il nome “Tarocco di Marsiglia” ebbe molta popolarità.
Aldilà del percorso storico si può affermare che i Tarocchi sono un libro iniziatico atto a racchiudere la totalità dell’universo :per questa ragione essi ci trasmettono messaggi e ci parlano.
Sono composti da 22 Arcani Maggiori e 56 Minori,i quali ,questi ultimi si suddividono in 4 gruppi detti semi :denari/terra/fisicità,coppe/acqua/maternità, spade/aria/spirito e bastoni/fuoco/paternità (corrispondenti a quadri,cuori,picche,fiori).Il loro valore numerico va dall’uno al dieci, insieme ad uno Scudiero/Fante, un Cavaliere, una Regina ed un Re, per ciascun seme.
Gli Arcani Maggiori, o Trionfi, sono invece ventidue: I = Il Bagatto; II = La Papessa; III = L’Imperatrice; IV = L’Imperatore; V = Il Papa; VI = Gli Amanti; VII = Il Carro; VIII = La Giustizia; IX = L’Eremita; X = La Ruota; XI = La Forza; XII = L’Appeso; XIII =Morte XIV = La Temperanza; XV = Il Diavolo; XVI = La Torre; XVII = Le Stelle; XVIII = La Luna; XIX = Il Sole; XX = Il Giudizio; XXI = Il Mondo; XXII = Il Matto.
Le immagini che derivano dalle Naibi sono una fusione di origine biblica con l’Angelo del Giudizio, la Torre, il Diavolo, le virtù cattoliche: Giustizia, Forza, Temperanza, gli astri e i segni zodiacali,e le potenze quali Papa e Imperatore che hanno un loro doppio femminile : la Papessa e Imperatrice.Inoltre altri simboli presenti ,legati alle allegorie del tempo che poi andremo a rivedere singolarmente.Il tutto accompagnato dal significato dei numeri a cui ogni Lama è associata
.


 







L' Imperatrice

Abbiamo visto come l’ arcano numero uno sia simbolo dell’ uomo e il 2 della donna, il 3 (2+1) è il frutto di questa unione,numero della perfezione e in questo caso riguarda una Dea, o una donna che emana una luce superiore e divina .E’ la gestante che dall’ essere Dea passa a l’essere donna per creare in sè la vita per poi ritornare al ruolo di Dea.Si può identificare con Venere nata dal mare ma  l’ acqua ai suoi piedi è sinonimo della creazione stessa sia a livello Divino sia che nasca da donna mortale, essa la porta con sè superando ogni dualità poichè vicino all’acqua da cui nasce si trova la terra sino a realizzare  che il materiale si fonde con lo spirituale, il cielo con la terra. Attorno a sè ha le 12 stelle dello zodiaco, 3 sono nascoste ma presenti e le stelle hanno 6 punte.. tutti multipli del perfetto 3, che racchiude le 3 forze primarie : positiva , neutra , negativa ma anche le Trinità contenute nelle grandi dottrine religiose. E’ dunque una donna bellissima che genera la vita dall’ unione del sole con la Luna: regina del cielo che detiene il mondo nel suo scettro a simbolo di comando.Lo scudo la protegge e l’ aquila indica la volontà divina.In magia è segno dell’ opera magica già operativa.
Carta diritta:Indica una riuscita specie se nei  progetti per cui si è formulata la domanda sono coinvolti impegno ed energia mentale.Secondo le carte che l’ affiancano,può essere sinonimo  di successo nello studio , lavoro, arte con una  realizzazione non solo materiale ma anche spirituale.Influenza in modo positivo le carte vicine.Rappresenta una buona amica, una compagna fedele un buon equilibrio col sesso femminile.Una donna di età compresa tra i 18 e i 35 anni.I tempi di realizzazione variano  da due settimane ad un mese, tuttavia il suo effetto si può estendere  fino a 3 mesi.La stagione ad essa collegata è la primavera inoltrata.Se esce vicino alla temperanza è segno di moderazione e capacità di adattamento.Vicino al mondo al rovescio è sintomo di instabilità, al diritto è segno di successo secondo la carta che segue ma suggerisce di impegnarsi poichè non bastano le doti esteriori per emergere.
Carta rovesciata:Mancanza di buon gusto e creatività, sterilità,incapacità di dare consistenza ai progetti. Superficialità che porta a capricci e a falsi successi.Persona che improvvisa e tralascia di approfondire,poco puntuale e maliziosa che nella sua immaturità diventa presuntuosa e pigra.
Se viene consacrata, a uso talismanico, con la luna crescente favorisce  la creatività, l’ amore e l’ abbondanza, in luna calante tende ad allontanare tutte le energie negative, in special modo ciò che impedisce le manifestazioni della gioia di vivere.

L' Imperatore
Il numero 4 è l’ Imperatore,la concretezza che si realizza.L’ imperatrice è intelligenza ma l’ intelligenza agisce con l’ azione…infatti  anche nelle rappresentazioni grafiche delle carte si nota come Imperatrice e Imperatore si completano..una è il principio femminile,la madre ,l’ altro il maschile, il padre.Quattro sono le lettere del nome Divino Geova: Padre (Yod) , Madre (He), che uniti generano   il Figlio (Vau) e la figlia (He).La lettera che lo rappresenta è Daleth (porta): Daleth-He è ancora un modo per rappresentare il nome di Dio.Ma 4 sono anche gli elementi.In alcuni mazzi particolari esso è il faraone,è comunque il potere supremo.Spesso è seduto su un cubo , anch’ esso simbolo della concretezza.In questa carta domina il rosso ,simbolo di vittoria e potenza,vitalità con la particolarità di una croce verde,simbolo della natura feconda.Esso ha il domino delle sui impulsi ,e nella sua concretezza è spinto all’ azione.. esso domina sui 4 elementi: E’ la terra,è l’ azione fluida ,energetica dell’ imperatrice che si concretizza e prende la direzione che rende solida l’ azione.L’ aquila è simbolo presente sia nell’Imperatore che nell’ Imperatrice:le 2 forze si completano.Nell’ Imperatrice è comunque presente una componente maschile e nell’ Imperatore una componente femminile…il perfetto equilibrio che crea solidità.
Figura al diritto:
Questa carta è quasi sempre benefica. Attraverso un costante impegno si potranno avere solidi risultati.Anche i rapporti saranno improntati alla solidità.Nel campo economico indica costanti entrate, successo e realizzazione.Rappresenta un uomo oltre la quarantina, una figura protettiva quale può essere il padre, il compagno o un amico affidabile.Diventa estremamente positiva vicina all’ asso e al due di bastoni: grande energia e vittoria!
Figura al rovescio:Una persona arrogante, modi volgari,senza alcuna dolcezza.Troppa logica che spinge alla durezza, persona immatura e irresponsabile che tende a dominare sugli altri senza tenere conto dei sentimenti.
Uso Talismanico:Consacrata in luna crescente, questa carta,aiuta la determinazione in campo pratico(lavoro-ambizione) e appoggia un miglioramento sia nell’ ambito del sociale sia in riguardo a un eventuale carriera.
Consacrata in luna calante permette di mettere in luce i soprusi dei potenti e mitigare alcuni aspetti negativi della propria personalità quali idee ristagnanti, e autorità basata sulla durezza.



Consacrare I Tarocchi E Altre Carte Da Divinazione

I Tarocchi, carte antiche comprendono i 22 arcani maggiori che, secondo la Kabala, sommati  alle 10 Sephirot  formano  le 32 vie della scienza assoluta e sembra che ogni  Lama,in base alle teorie di Eliphas Levi,corrisponda a ogni lettera dell’ alfabeto Ebraico.Inoltre vi è anche un legame di corrispondenze numeriche e planetarie Pitagoriche.
Innanzitutto è opportuno entrare in sintonia con le carte.. maneggiamo spesso il nostro nuovo mazzo, quando abbiamo un attimo di pausa osserviamo i simboli che esse racchiudono.Ho già postato il significato di alcune carte… vediamone i colori, la forma, i simboli…gli Arcani maggiori hanno un significato esoterico e possono essere usati sia per la divinazione che per i rituali,sia a uso talismanico.
I metodi per purificare e consacrare sono molteplici .. vediamone assieme qualcuno…Si possono esporre le carte alla luce della luna crescente per 2 notti fino a tutta la prima notte della luna piena ponendo attenzione al vuoto di luna,in un contenitore in legno.La sera successiva preparate 1 candela bianca ,1 candela nera e 1 in cera d’ api.Le candele vanno lasciate immerse in sale marino per almeno 3 ore ,passate con uno straccio naturale pulito e poi “vestite” con olio essenziale di oliva segnando alla base di essa 3 piccole croci o pentagrammi col pollice.Allestire l’ altare mettendo la candela bianca a destra, la nera a sinistra e sistemando  terza a sud a rappresentare l’ elemento fuoco.Nord il sale ,elemento Terra ,a Ovest  una coppa d’ acqua magnetizzata ( vedere lavorare con l’ elemento acqua ), e un incenso  a est per l’ elemento Aria. Potete usare un incenso personalizzato su di voi astralmente o del semplice Olibano o Benzoino.Si passa ogni carta davanti e dietro su ogni singolo elemento partendo da Est in segno orario e avendo cura di accendere per prima la candela bianca .Si può ripetere la frase: Io ti consacro perchè tu mi sia di luce per vedere nelle situazioni a sostegno e aiuto e per il bene di tutti”.
Per le Sibille
Sarebbe opportuno caricarle nel periodo tra il 21 dicembre e il 6 gennaio ma non sempre questo è possibile.A luna crescente si pone un tavolo  al centro della  stanza e stando a nord,si  disegna un   grosso cerchio  di sale mettendo le carte in cerchio all’ interno  in modo che vengano a contatto con esso,le figure devono stare nella parte superiore.Al centro  mettere a sinistra, una candela indaco così preparata: si mette la stessa candela sotto il sale marino unito a un pò di bicarbonato per almeno 3 ore e poi si segna con olio ess. di lavanda unito a olio  di oliva facendo 3 croci col pollice o 3 pentagrammi alla base.Per l’ incenso preparate un misto di lavanda e olibano e alloro e ponetelo a destra.Mettete a ovest la coppetta dell’ acqua magnetizzata e al centro un rametto di Alloro e un quarzo ialino.Iniziate aspergendo le carte con il rametto appena umido.Ponete le mani in segno di preghiera all’ altezza del 3° occhio poi portatele  verso il tavolo impregnatele di energie  a gruppi di 3 ,girando le mani, toccandole col  cristallo, e girando  intorno ad esso e caricandole , per ogni gruppo dicendo:”consacro queste carte con le forze e le energie benevole dell’ universo perchè elle mi illuminino alla verità e secondo verità possano rispondermi”.Fatto questo raccogliete tutto e offritelo alla terra in giardino tranne il rametto e il cristallo che potete conservare nel contenitore con le carte.
Per le carte napoletane:
Di lunedì si pone una tovaglia rossa e ai 4 angoli i mazzetti dei 4 semi. Si preparano 4 candele bianche coi metodi di cui sopra, al centro si metterà un incensiere con incenso di Olibano a destra e una candela argento a sinistra.L’  orario ideale è tra le 23 e la mezzanotte.Si mettono le mani a coppa sopra ogni mazzetto e si pronuncerà la frase : Io ti purifico creatura della verità nel nome delle forze benefiche dell’ universo affinchè siate pure, porte aperte alla verità.Poi passatele una per una sull’ incenso e fatene un mazzo al centro del tavolo e delle 4 candele bianche poste a quadrato imponete le mani e dite … “unite vi consacro alle energie positive dell’ universo quale strumento di verità perchè la verità voi riveliate,per il bene di tutti”.Mettere in un sacchettino con canfora e incenso e dopo 3 giorni sono pronte.

lunedì 24 giugno 2013

Luna Di Luglio e Rituali Per Le Vacanze

Il vivere moderno dovrebbe incontrare  una pausa in questo caldo momento dedicato allo svago e al riposo,alle vacanze,eppure la natura ci invita al raccolto: le piante e i fiori sono al massimo potere,tra poco potremo raccogliere i frutti preziosi della terra, il grano e i cereali, le verdure che sono già mature e l’ erba pronta ad essere falciata. I profumi della natura si diffondono nell’ aria… Il desiderio dell’ acqua e di tuffi rinfrescanti si presenta costante..questi ritmi dovuti al clima caldo si rispecchiano anche nella posizione planetaria del sole in cancro,segno legato all’ acqua.Sarà dunque perfetto l’ uso della meditazione in armonia con questo elemento.Il cancro  è segno lunare per eccellenza e fa riaffiorare l’ istinto materno , il senso della famiglia. Ci aiuta a riscoprire l’ armonia legata all’ acqua ma anche alla Grande Madre attraverso l’ elemento terra.Un tempo l’ uomo viveva in armonia con la terra, da essa aveva nutrimento e vita..i  due elementi acqua-terra sono direttamente collegati all’ energia della Grande Madre…l’ essere congiunti a questi elementi e meditare con essi, entrare in armonia con la loro energia. significa elevare la nostra e entrare in simbiosi con la Grande Madre.. portare il nostro stato vibratorio in sintonia con la natura stessa.Aumenta quindi  la nostra capacità di divinare, di rafforzare le nostre convinzioni e compiere un passo in più nel nostro cammino spirituale! ma tutto questo non ci deve far dimenticare il momento gioioso dell’ estate che ci invita a giocare, correre e festeggiare i colori e il clima di questo periodo.. il caldo ci permette  di camminre a piedi scalzi, godere del sole e dell’ aria , dei tuffi e delle nuotate in libertà,. Ci si apre anche a nuove conoscenze e amicizie, a nuovi amori.. la maturazione dei frutti e i colori dei fiori si rispecchiano nel nostro aspetto … una nuova calda bellezza ci avvolge di fascino e di voglia di nuovo.Un nuovo look, una pettinatura o un colore di capelli particolare ,un abito vivace, profumi fruttati o esotici, cibi freschi e dissetanti.Per chi ama l’ esoterismo questo momento dell’ anno può essere il periodo ideale per effettuare la meditazione in luoghi vicino all’ acqua. Se siamo in montagna nei pressi di una cascata o la mare sulla spiaggia.E’ il momento di associare agli elementi piccoli rituali che ci possono aiutare nel nostro cammino… 

  Rituale della montagna:   

       In un luogo tranquillo prepariamo un pò di incenso a base 
di aghi di pino,salvia e rosmarino. Porre la massima attenzione nell’ accenderlo e usarne pochissimo con la massima prudenza usando un incensiere chiuso.Porsi vicino a un corso d’ acqua  o una cascata e visualizzare l’ energia dell ‘ acqua che sgorga dalle viscere della terra, ricca di tutti i segreti delle rocce. Pensiamo al tragitto che ha compiuto per giungere fino a noi,alle energie e sostanze che racchiude , alla sua aura.I corsi d’ acqua ,specie così puri,sono il luogo ideale per avere un segno o un dono di una fata , una ninfa o un ondina. Pensiamo ora all’ elemento terra.. passiamo le nostre dita tra la terra, accarezziamola,sentiamo la sua energia penetrare in noi…ora mettiamoci sopra l’ incenso assumendo la posizione del
pentagramma…e facciamoci avvolgere dalle spire del fumo… l incenso purifica la nostra aura..scaccia i sentimenti dolorosi .. visualizziamo che essi se vanno.. ritorniamo luminosi e puri ..avvolti di una luce dorata che ci protegge… il dolore , la stanchezza non ci appartengono più..sono stati nostri compagni per un tratto della nostra vita ..ci hanno fatto crescere , ma ora lasciano il posto a una nuova purezza.Quando ci sentiamo pronti mettiamoci ai piedi di un albero.. i nostri piedi affondano alle sue radici immense , antiche siamo tutt’uno con la terra… le mani appoggiate al suo tronco… visualizziamo l’ energia potente dell’ aria entrare dai suoi rami e entrare in noi … attraverso la mano destra mentre tutto ciò che è ormai da abbandonare si scarica con la sinistra (il contrario se siete mancini).L’ energia della terra  entra in voi ..come le radici dell’ albero affondano in essa voi stessi siete parte del terreno ancorati e forti … respirate e carichi di pace e energia ringraziate la natura e lasciate piccoli doni agli elementali.Con rispetto raccogliete l’incenso e lasciate tutto in ordine..la natura e gli elementi adorano questi piccoli segni..se poi al ritorno trovate un piccola sfera lucente, un sassolino tondo o forato o luminoso… è un dono delle fate ..sarà per voi un potente portafortuna.

 Rituale del lago e del fiume: 

Entrare in un corso d’ acqua, se non sapete nuotare basta arrivare alle caviglie, isolarsi un pochino e concentrarsi su tutto ciò che è negativo e che è presente nella nostra vita.Immaginare questo dolore, rabbia, paura nel nostro cuore , mente o organo del nostro corpo coinvolto dal sentimento.. Vediamolo sotto forma di buio, di freddo… ora affidiamolo alle acque … esce da noi …il fiume lo porta via.Qualche lacrima scende…ma intanto il male va lontano…una nuova luce azzurrina e dorata prende il suo posto …vediamolo allontanarsi perdersi nell’ acqua… usciamo e godiamoci il sole..per un attimo sarà l emozione a farci sentire qualcosa in gola ..un pianto soffocato… qualcosa se ne è andato: la negatività…un nuovo sentimento entra in noi ..coraggio, perdono, bellezza amore… abbiamo creato lo spazio… la negatività si è allontanata… e una nuova luce fa parte della nostra anima.Rifioriamo a nuove speranze…

 Rituale del mare:

 Alla mattina camminiamo sul bagnasciuga  respiriamo l’ aria salata, sentiamo sulla nostra pelle il potere purificatore del sale…pensiamo a un desiderio, scriviamolo sulla sabbia e affidiamolo al vento caldo del sud.Entriamo nell’ acqua dolcemente e pensiamo a Venere nata da quella stessa spuma,sentiamo l ‘ acqua modellare il nostro corpo portare via ogni impurità e purificarci…come un abile scultore il mare ci regala nuove forme.. più bello e scolpito il nostro corpo e purificata la nostra aura.Se poi siamo donne faremo un omaggio a Venere portando un ciondolo o degli orecchini in argento raffiguranti un ippocampo.  



 Rituale della campagna:

 La campagna è il trionfo di erbe e fiori… approfittiamone per coglierle,osservare e carpirne i segreti… ascoltiamo il cri cri del grillo…  poniamo attenzione ai segni della natura.. una libellula indica un messaggio, una coccinella porta la fortuna…la sera ammiriamo le lucciole.Assaggiamo i frutti della terra visualizzando l’ energia pura della natura al massimo potere.. quell’ energia entra in noi…ci fortifica e purifica… facciamo opere creative intrecciando ghirlande, scale delle streghe e oggetti per la nostra casa e il nostro altare, facciamo doni al piccolo popolo e RESPIRIAMO..si respiriamo la forza dei venti caldi, il profumo dei campi e fermiamoci a ammirare gli animali da cortile..mandiamo a tutti gli animali la nostra energia perchè non abbiano più a soffrire ..perchè siano rispettati.. vestiamoci dei colori dell’ estate e usiamo un profumo fruttato… Creiamo bijoux o oggettini per la nostra bellezza.


Rituale in una città d’arte :


Se la nostra meta turistica è una città ricca di monumenti ci ritroveremo a girare tra secoli di storia e misteri. Ne potremo approfittare per conoscere se nella zona le  opere d’ arte che ci accingiamo a  visitare hanno un legame magico..pongo un semplice esempio.. dalle mie parti è presente la Rocca di Angera, un castello che si affaccia sul lago maggiore  visitato da turisti di tutto il mondo. Ma non tutti sanno che la sua roccia nasconde un passaggio tra il nostro mondo e un altra dimensione che si apre ogni 100 anni..la chiamano la grotta delle fate..(non è visitabile) e sarebbe stata al centro di strane apparizioni.. così , sempre nella mia zona è possibile visitare un area sulla collina del Monsorino ove sono presenti i resti di una necropoli celtica..inoltre tutta la zona è piena di antichi cimeli esposti in musei…Il visitare determinati luoghi comporta però di entrare in contatto con energie sia negative che positive consiglio quindi di preparare alla luce della luna piena una specie di saponetta purificatrice.Si mescola al sale alcune erbe in sintonia con noi a scelta tra rosmarino, salvia , lavanda e timo , si possono miscelare tutte .Si espone sale ed erbe ai raggi della luna piena e le si introducono  in un sacchettino bianco in stoffa naturale (cotone, lino): lo si userà sul proprio corpo come una saponetta alla sera ,al momento della doccia.Inoltre si potrà usare qualche goccia di olio essenziale di lavanda sui polsi: creerà una barriera difensiva da insetti e negatività.Se alla sera avete in programma una notte di passione sostituite la lavanda con qualcosa di più esotico ..la lavanda è simbolo dell’ amore puro e spegne un pò gli ardori..

Rituali a casa :

Per chi non parte, chi rimane in città al contrario di ciò che si pensa, a ha disposizione molto per i suoi rituali. Durante le gite o le passeggiate avrà modo di raccogliere oggetti per il suo altare. Potrà disporre in casa fiori e profumi. Creare piatti nuovi in sintonia con la stagione .Lasciarsi innondare dalla luce della luna semplicemente affacciandosi al proprio balcone…offrire alla luna una preghiera…coccolarsi con bagni di bellezza nella propria vasca.Lavarsi con un bagnoschiuma in cui si avrà sciolto 7 gocce di miele per aumentare il fascino (luna crescente)o usare i sacchettini di sale per purifiacarsi( luna calante).Meditare sotto un albero nel parco.Addattare, se vuole ,i rituali di cui sopra alle esigenze del proprio appartamento.Il rituale dell’ acqua è  fattibile nella propria doccia o vasca..l’ incenso per purificarci lo possiamo preparare e usare all’ interno delle nostre mura.Tutto possiamo fare.. dipende dalla magia che c’è in noi….
dea luna
Questa luna di luglio ha molti nomi tra cui:
Luna della Zanzara
Luna delle Erbe
Luna del Tuono
Luna del Fieno
Luna matura
Luna delle Anatre
Luna della falciatrice
Luna del Lampone
Luna giovane del Cereale
Luna che Benedice..
I colori sono l’ argento della luna, il blu delle acque e il grigio della luna fumosa.I simboli sono gli animali acquatici.L’ Incenso di olibano e iris.Le pietre bianche ,l’ adularia per divinare e la perla per far risaltare la bellezza e a richiamo dei fondali marini.
Le Dee associate: Giunone, Nephthys Athene, Giunone, Cerridwen, Venere.
Attività:
Danzate vicino all’ acqua soli o in gruppo,immergetevi nell’ acqua pensando si entrare in simbiosi con la Dea  o di trasformare la vostra vita.
Fate piccole barchette e affidatele al fiume assieme a fiori per  donare  alle acque i vostri desideri e sogni.
Create trecce e ghirlande, scale delle streghe usando il numero 7:
7 fiori ,7 erbe , 7 piume o pietre ecc…Fate offerte e piccoli doni ai Numi tuelari della casa e al piccolo popolo.
Non dimenticate le persone sole, regalate un sorriso e state coi vostri animali..la vacanza in pochi giorni finisce ..il loro amore è per sempre..
)O( Namastè a tutti!